SEGUICI SU INSTAGRAM @SAMSARAROADS
SEGUICI SU INSTAGRAM @SAMSARAROADS

15-27 Agosto 2024

La valle segreta:
Ladakh & Zanskar

da Leh a Likir
india

Il regno himalayano del Ladakh

Nell’estremo nord dell’India, schiacciato tra Kashmir e Tibet, si trova l’antico regno himalayano del Ladakh, racchiuso tra montagne così alte che la neve le rende invalicabili da Ottobre a Maggio.

La spiritulità delle montagne

Quest’ultimo “Shangri-La” nasconde una vena esoterica che è quella del Buddhismo tibetano, religione di Buddha sfolgoranti, bodhisattva ed eroi a cavallo, ma anche demoni feroci e coppie divine abbracciate in estasi al centro di un mondo in fiamme, tra torture e sofferenze di ogni tipo. Queste immagini, dipinte sulle pareti di ogni monastero, sembrano volerci ricordare che stiamo approcciando forze divine da cui dipende la creazione e la distruzione dell’universo, ambigue e indifferenti come le montagne che circondano questa terra remota, di temperature e altitudini estreme.

puja

Tra le zone più selvagge

Attraversando steppe, laghi e fiumi color smeraldo, ci addentreremo nelle zone più selvagge del Ladakh, abbandonando le strade in favore dei sentieri: viaggeremo, mangeremo, dormiremo a contatto con questa terra e la sua gente, i loro animali e le loro storie.

La sera, riuniti intorno al fuoco sotto a un cielo stellato, sembrerà di essere tornati ai tempi dei terton, i leggendari cacciatori di tesori che andavano alla ricerca dei beyul, le valli segrete consacrate da Guru Rinpoche per i seguaci del Dharma: luoghi incontaminati, di straordinaria pace e bellezza, situati non nel mondo geografico ma in quello interiore… Nascosti così bene da farci credere che non siano mai esistiti veramente.

in collaborazione con

Itinerario

Dal 15 al 27 Agosto

Giorno 1Arrivo a Leh

Giovedì 15 Agosto

  • Arrivo a Leh (3.500mt), la capitale del Ladakh, dove verremo a prenderti in aeroporto per poi andare in albergo e lasciarti riposare.
  • Pranzeremo insieme e faremo un briefing di presentazione, dove conoscerai i tuoi compagni di viaggio e ti spiegheremo tutto ciò che sarà necessario per affrontare questi giorni al meglio!
  • Nel pomeriggio inizieremo l’esplorazione della città. Andremo a visitare il vecchio palazzo reale in cima alla città vecchia, circondato da case di pietra, legno e fango imbiancate a calce: al suo interno sono esposti antichi abiti cerimoniali, gioielli, armi e una piccola collezione di Thangka tibetani, i dipinti religiosi tipici dell’Himalaya buddhista, creati usando pigmenti naturali, ottenuti da fiori e gemme polverizzate. Dietro ai colori sgargianti, alle rappresentazioni di buddha, demoni e Dei terrificanti, si nascondono complessi significati esoterici che vi racconteremo durante la nostra avventura in Ladakh, dove questi dipinti ci accompagneranno per tutto il viaggio.

Giorno 2Leh

Venerdì 16 Agosto

  • Oggi sarà una giornata di riposo, necessaria ad abituare il nostro corpo all’altitudine elevata di questa regione: può capitare, i primissimi giorni in Ladakh, di avere un po’ di affaticamento e mal di testa, per questo è meglio non mettersi subito in viaggio.
  • Su richiesta possiamo organizzare delle attività che non richiedono sforzi particolari, quali, ad esempio, una lezione di cucina ladakhi; un seminario di Amchi (o Sowa-Rigpa), la medicina tradizionale tibetana, basata sulla filosofia buddhista; una visita al museo del textile di Leh. Altrimenti Leh si presta molto bene a una sessione di shopping tra negozi di tessuti, manufatti e librerie specializzate in buddhismo e filosofie orientali. 

Giorno 3Alchi e Lamayuru

Sabato 17 Agosto

  • Oggi inizia la nostra avventura verso lo Zanskar, la valle più remota del Ladakh. Partiremo al mattino presto con una macchina (jeep o pulmino) privata e, seguendo il corso del fiume Indo, ci dirigeremo verso Alchi, famosa per i suoi misteriosi affreschi, tra i più antichi del Ladakh e molto diversi da quelli che si trovano negli altri complessi monastici della regione.
  • Proseguiremo fino al villaggio di Lamayuru, sede dell’omonimo monastero buddhista, tra i più grandi e antichi del Ladakh: oggi ci vivono più di centocinquanta monaci. Oltre alle celle di preghiera, ai numerosi stupa (reliquiari) e sale di preghiera, questo monastero contiene anche un “laboratorio medico” in cui i monaci preparano medicamenti a base di erbe autoctone. 
  • Pernotteremo in un’homestay del villaggio, in una tipica casa ladakhi.

Giorno 4Padum

Domenica 18 Agosto

  • Al mattino presto partenza per Padum (3600mt), la cittadina principale dello Zanskar, che raggiungeremo dopo 7/8 ore di viaggio. Viaggeremo su una strada recentemente costruita (non asfaltata) che collega la valle dell’Indo con quella dello Zanskar, attraversando villaggi sperduti, accampamenti di nomadi, piccoli monasteri e passi carrozzabili a quasi 5000 metri di altitudine. Viaggiando con un mezzo privato avremo la libertà di fermarci per ammirare il paesaggio, visitare uno stupa o bere un tè nei rari accampamenti lungo la strada.
  • Padum, antica capitale del regno dello Zanskar, ha una popolazione mista di buddhisti e musulmani (di etnia balti), per cui, oltre ai monasteri buddhisti, si trovano anche alcune moschee.
  • Sistemazione in guest house o homestay.

Giorno 5Trekking al monastero di Phugtal

Lunedì 19 Agosto

  • Oggi inizia la parte più avventurosa del nostro viaggio. A piedi, accompagnati da una guida locale, un cuoco e tre aiutanti che allestiranno il nostro campo mobile, ci addentreremo nella zona più selvaggia e remota dello Zanskar (per non dire dell’India!). Per quattro giorni saremo tagliati fuori dal mondo, immersi nella dimensione fantastica dell’Himalaya, tra monasteri costruiti nella roccia, torrenti da guadare e passi a 5000 metri. Come pellegrini in cerca dei beyul, le valli segrete consacrate dal leggendario Guru Rinpoche, o come mercanti sulla Via della Seta (il cui ramo meridionale passava non lontano da qui), ci sposteremo a piedi in queste valli deserte, campeggiando nelle brughiere o in riva ai torrenti. La squadra che ci accompagnerà sarà formata da una guida parlante inglese, un cuoco, tre aiutanti e quindici cavalli per portare le provviste e le tende. 
  • Questo trekking è classificato come un trekking di moderata difficoltà, adatto a persone in buone condizioni fisiche. Indispensabile anche un ottimo spirito di adattamento, visto che dormiremo in tenda per due notti, che dovremo guadare alcuni torrenti (e bagnarci le scarpe!) e che non ci sarà disponibilità di acqua corrente (per lavarsi bisognerà usare quella di fiumi e torrenti). Se vuoi potrai lasciare lo zaino grande nell’albergo/homestay di Padum, dove torneremo alla fine del trekking, e portare con te solo uno zainetto leggero.
  • Da Padum a Purne in macchina (un paio d’ore). A Purne finisce la strada e bisogna proseguire a piedi su un sentiero che ci porterà al monastero di Phugtal (3900mt), distante 2/3 ore di cammino: il sentiero sarà soprattutto in piano o con lievi saliscendi che seguono il corso del fiume.
  • Stanotte pernotteremo nella guest house del monastero di Phugtal, tra i più unici e spettacolari al mondo, costruito su una rupe e in parte all’interno di una grotta che per millenni è stata luogo di ritiro per mistici e yogi himalayani. Qui vivono un centinaio di monaci, tra cui anche un amchi (un medico tradizionale tibetano).

Giorno 6Trekking da Phugtal a Shade

Martedì 20 Agosto

  • Oggi in 7/8 ore di cammino raggiungeremo Shade, a un’altitudine di circa 4200 metri, un minuscolo villaggio di pastori e contadini che è conosciuto per essere tra i più isolati dell’India: il percorso si manterrà sulla stessa altitudine per gran parte del giorno, tolti gli ultimi km in salita. 
  • Qui campeggeremo nei pressi del villaggio, in una valle circondata da vette innevate, tra pascoli di yak e casupole di pietra e fango. Con l’aiuto della nostra guida potremo interagire con la gente del posto, che qui non parla inglese e nemmeno hindi ma solo il dialetto locale (pochissimi turisti si avventurano da queste parti).
  • Pernottamento in tenda doppia. I pasti saranno serviti nella “tenda cucina”. La sera accenderemo un falò per scaldarci e rimanere fuori a guardare le stelle (in Ladakh, lontano dai centri abitati, si ha l’opportunità di vedere anche la Via Lattea). 

Giorno 7Trekking da Shade a Campo 1

Mercoledì 21 Agosto

  • Da Shade (4.200mt) al prossimo campo in riva al fiume (4.270mt) sono circa 5/6 ore di cammino. Oggi dovremo attraversare più volte ruscelli e torrenti. Il percorso manterrà un’altitudine costante, con lievi saliscendi.
  • La fauna di questa zona comprende, tra le altre specie: goral, bharal, orso, lupo himalayano, leopardo delle nevi (quasi impossibile da avvistare), stambecco e marmotta.
  • Notte in tenda.

Giorno 8Trekking da Campo 1 a Stongdae e ritorno a Padum

Giovedì 22 Agosto

  • Dai 4.260 metri del nostro accampamento saliremo a Stongde La, l’unico passo di questo trekking, a 5.000 metri di altitudine: la salita sarà graduale ma continua. Da quassù, tra stupa e bandierine di preghiera tibetane, scenderemo fino al monastero di Stongdae, a circa 3.600 metri, dove il nostro autista ci aspetterà per riportarci a Padum. 
  • Notte in albergo/homestay a Padum.

Giorno 9Lingshed

Venerdì 23 Agosto

  • In mattinata partenza con mezzo privato per Lingshed, a 3/4 ore da Padum. 
  • Lingshed è un altro piccolo e remoto villaggio dello Zanskar, costruito intorno a un monastero buddhista del 1.200, fino a poco tempo fa inaccessibile per via dell’assenza di strade. 
  • Pernottamento nell’homestay di una famiglia locale. 

Giorno 10Likir

Sabato 24 Agosto

  • Da Linghsed a Likir in circa 6 ore di viaggio.
  • Trascorreremo le due notti successive in un’homestay di Likir, uno dei più bei villaggi della Sham Valley, resa fertile da un ingegnoso sistema di irrigazione che usa l’acqua proveniente dal disgelo dei ghiacciai in estate: il cibo servito nella homestay proviene quasi interamente dai campi di Likir e dei villaggi circostanti
  • Qui, dopo giorni di avventure tra le montagne dello Zanskar, ci godremo un’atmosfera più rilassata e confortevole. Ognuno potrà passare il tempo come vuole: semplicemente rilassandosi o girando tra le vie del paesino, facendosi insegnare metodi di coltivazione dagli agricoltori del posto o ricette dalla padrona di casa.
  • A Likir, inoltre, vive una delle ultimissime famiglie di vasai del Ladakh, un’arte tradizionale che sta lentamente scomparendo. Qui, per chi vuole, è possibile organizzare un workshop a un costo extra.

Giorno 11Likir

Lunedì 25 Agosto

  • Oggi giornata intera a Likir. Come dicevamo, c’è la possibilità di organizzare un workshop/lezione di tornitura con l’ultima famiglia di vasai del paese.
  • Altrimenti possiamo accompagnarti in un breve trekking per vedere i villaggi e i monasteri nei dintorni di Likir: potrai decidere una volta sul posto!

Giorno 12Leh

Domenica 26 Agosto

  • In mattinata bus locale per tornare a Leh (circa 3 ore). Arrivo previsto poco prima di pranzo. 
  • Pomeriggio libero: se vuoi organizzare qualche attività o escursione, saremo felici di consigliarti e aiutarti a programmarla. 
  • Dopo cena andremo in uno dei “pub” di Leh per un’ultima birra insieme!

Giorno 13Fine del tour

Lunedì 27 Agosto

  • Ultima colazione insieme e accompagnamento in aeroporto. 
  • Se invece dovessi decidere di rimanere qualche altro giorno in Ladakh o in altre zone dell’India, e se ti servisse un aiuto a pianificare il viaggio e a disegnare l’itinerario, puoi avvalerti del nostro servizio di consulenza. Qui trovi le nostre proposte.

Note sull'itinerario

  • Nonostante questo tour sia stato progettato nel minimo dettaglio, le attività e gli orari menzionati dal programma potrebbero essere soggetti a variazioni dovute a fattori climatici avversi, a forze della natura e altre circostanze che non possiamo prevedere.
  • Il volo fino a Leh, come già detto, non è incluso nel pacchetto. Puoi comprarlo in autonomia o rivolgerti ai ragazzi di Sharewood: glielo puoi fare presente al momento della prenotazione. Consigliamo, in ogni caso, di acquistare due biglietti separati: uno dall’Italia (o da dove partirai) a Delhi; un altro da Delhi a Leh; in questo modo si risparmia. Tra l’arrivo a Delhi e la ripartenza per Leh calcola almeno 4 ore di scalo, necessarie a fare i controlli di immigrazione, a riprendere il bagaglio e rifare il check-in per il volo domestico.
  • Per partecipare al viaggio è necessario partire con lo zaino e non con la valigia: questo perché, per lo stile di viaggio, lo zaino è molto più comodo e gestibile della valigia. Ovviamente non lo porteremo sempre con noi! Se hai qualsiasi dubbio o domanda al riguardo, non esitare a contattarci.
  • Prima della partenza, riceverai una nostra mail dove ti daremo dei consigli su cosa mettere nello zaino.

Il costo di questo Tour è di

€ 2.040,00*

Per prenotare questo tour è necessario versare un acconto pari al 40% del totale, comprensivo della quota di assicurazione medico-bagaglio-annullamento (obbligatoria). Il saldo restante andrà versato entro e non oltre il giorno 15 Giugno 2024, data di chiusura delle iscrizioni. 

(*) Ai viaggiatori che desiderano alloggiare in una stanza singola, o per i quali non verrà trovato un altro viaggiatore con cui dividere la stanza doppia, verrà richiesto un supplemento di 150€. Come già detto, l’opzione stanza singola sarà disponibile solo per Leh e Likir. 

Questo tour è aperto a un massimo di 10 partecipanti.

Il prezzo include

pernottamento

PERNOTTAMENTO

  • Pernottamento in stanza doppia (o tripla, all’occorrenza) in homestay o hotel di categoria media. È previsto un supplemento di 150€ se vuoi alloggiare in una stanza singola o se non ci sono altri viaggiatori con cui dividere la stanza doppia: in caso contrario, provvederemo a sistemare i viaggiatori dello stesso sesso insieme. La stanza singola sarà disponibile solo a Leh e Likir.
spostamenti

SPOSTAMENTI

Tutti gli spostamenti interni al Ladakh e previsti nel programma di viaggio: jeep, taxi, autobus, etc.
Trasferimento da e per l’aeroporto di Leh.

pasti

PASTI

Tre pasti al giorno compresi di acqua (escluse invece altre bevande – birra, liquori, coca-cola, eccetera – ed eventuali dessert).

biglietti musei

BIGLIETTI MUSEI

Tutti i biglietti di ingresso a siti e monumenti previsti dal programma di viaggio.
Permessi per il trekking.
Trekking di quattro giorni in Zanskar, con guida parlante inglese, cuoco e tre aiutanti; due notti in tenda e una in monastero.

accompagnatori

ACCOMPAGNATORI

Giada e Stefano come accompagnatori per tutta la durata del viaggio.

altro

ALTRO

Costi di gestione, assistenza e assicurazione medico-bagaglio-annullamento.

Il prezzo NON include

I voli di andata e ritorno da e per l’India

Visto turistico indiano

Mance al ristorante: in India è buona usanza lasciare una piccola mancia al cameriere e, in generale, al personale di servizio. Per questo faremo una cassa comune a inizio viaggio: prevediamo una spesa di massimo 10€ a persona.

Altro che non sia esplicitamente incluso nella nostra offerta

Note sulle condizioni di viaggio

ASSICURAZIONE SANITARIA E VISTO

Per partecipare ai nostri viaggi è indispensabile essere in possesso di un’assicurazione sanitaria di viaggio (inclusa nel pacchetto) e di un visto di ingresso (assicurati che il tuo passaporto abbia una validità residua di almeno 6 mesi dal momento della richiesta!). Per saperne di più sulle condizioni di ingresso in India, vai qui o visita la sezione FAQ.

RESPONSABILITÁ

Gli organizzatori e accompagnatori NON sono responsabili per danni a cose o persone subiti durante il viaggio, né per furti o smarrimento di oggetti.

REQUISITI DEL VIAGGIATORE

I nostri viaggi sono aperti a tutti, purché siano stati compiuti i diciotto anni, ma chiediamo ai nostri compagni di viaggio di essere in condizioni psico-fisiche adeguate, in quanto avventura è anche sinonimo di imprevisti. Il modo migliore per affrontare questo viaggio è essere flessibili, positivi e “open-minded”.

TREKKING E NATURA

Per il trekking in Zanskar, in particolare, è necessario essere in buona forma fisica: avremo diversi giorni per acclimatarci, prima di affrontare lo Stondge La a 5.000 metri, ma comunque richiederà uno sforzo maggiore a quello che richiederebbe ad altitudini inferiori. I nostri non sono viaggi dedicati al comfort e al lusso: quella che proponiamo in Ladakh è un’avventura e ciò può comportare esperienze provanti, che sfidano i nostri limiti culturali, fisici e psicologici. Ci addentreremo più volte nella natura selvaggia, il che comporta la possibilità di incontrare animali selvatici.

HOMESTAY E CIBO

Pernotteremo in homestay di famiglie locali o alberghi di categoria media, in camere semplici, arredate in modo non ricercato, (se possibile) col bagno in camera e l’acqua calda. Più remoti i posti che visiteremo, più bassi saranno gli standard dei servizi: in ogni caso cerchiamo sempre di prediligere strutture in stile ladakhi, gestite da famiglie del posto, a discapito di alberghi più moderni e “anonimi”. Con l’eccezione di Leh, dove si trova un po’ di tutto, mangeremo cibo ladakhi e indiano, basato su riso, lenticchie e verdure stagionali; più raramente carne (sempre con opzione vegetariana).

CLIMA

Agosto (insieme a Giugno e Luglio) è il periodo migliore per visitare il Ladakh: nonostante sia stagione monsonica, le montagne bloccano gran parte delle nubi, garantendo un clima abbastanza secco.
A 3.500 metri di altitudine – che è dove si svolgerà gran parte del viaggio – le temperature massime saranno di 25/27° e le minime di 10/12°. Se il cielo è sereno, di giorno si può girare in maglietta o camicia, mentre la sera è necessaria una giacca leggera o una felpa; la notte si dorme sotto coperte pesanti.

FACCI UNA DOMANDA!

Se vuoi essere sicuro che questo tour faccia per te, saremo felici di ascoltare le tue perplessità e di consigliarti al meglio!

Politica di cancellazione

In caso di rinuncia al viaggio da parte del cliente, si applicano le seguenti condizioni:
– se la rinuncia avviene entro 90 giorni prima della partenza, la quota rimborsabile è del 70% del prezzo totale del viaggio.
– Fino a 60 giorni prima della partenza, la quota rimborsabile è del 50%.
– Fino a 30 giorni prima della partenza, la quota rimborsabile è del 25%.
– Oltre i 30 giorni prima della partenza, non verrà erogato alcun rimborso.

mandala ornament